Palermo Oggi

“Il ricordo che se ne ha”, nuova produzione del Luglio Musicale - Palermo Oggi

Trapani | Attualità

“Il ricordo che se ne ha”, nuova produzione del Luglio Musicale

04 Dicembre 2021 07:00, di Redazione
visite 886

Tratto dal romanzo di Mariza D'Anna, debutta all' Ariston


“Il ricordo che se ne ha”: la nuova produzione del Luglio Musicale debutta al Cine-Teatro Ariston di Trapani giovedì 9 dicembre alle ore 21.
Lo spettacolo musicale tratto dall’omonimo romanzo della scrittrice e giornalista Mariza D’Anna racconta la saga della famiglia emigrata in Libia durante il Ventennio e tornata in Sicilia da esule. Il soggetto dello spettacolo è tratto dall’omonimo romanzo della giornalista trapanese Mariza D'Anna e dall’altro suo libro "La casa di Shara Band Ong" , nelle cui pagine rievoca la propria saga familiare che vede quattro generazioni protagoniste di una storia che unisce la Sicilia e la Libia alle vicende di una famiglia che lascia la propria terra per farvi ritorno, decenni dopo, a causa dei cambiamenti politici contro ogni volontà.

La stessa D’Anna ha curato insieme a Guido Barbieri – che sarà anche narratore – il testo e la drammaturgia dello spettacolo che porta la firma per la regia, l’allestimento e il video di Maria Paola Viano. «Nella narrazione – racconta Mariza D’Anna – si intrecciano amori, amicizie, gioie e disgrazie, ma non tutto è fedele memoria della realtà tuttavia: raccontando gli anni che passano, ricostruisco la mia leggenda privata, comune a tanti bambini nati nell’ex colonia. L’armonia della famiglia italiana, piena di speranze e di aspettative, si infrange con la presa del potere del colonnello Gheddafi che, nell’ottobre del 1970, caccia dalla Libia i ventimila italiani che vi abitano, facendoli profughi di un Paese nel quale non faranno più ritorno".

In scena ci saranno il soprano Ana Spasic, l’attrice e cantante Clara Galante, narratore Guido Barbieri. Le musiche di Carla Magnan e Carla Rebora, composte su commissione del Luglio Musicale, saranno eseguite dal piano duo di Paola Biondi e Debora Brunialti, dalla viola di Paolo Fumagalli e dai fiati e dalle percussioni di Edmondo Romano. La regia, l’allestimento scenico e i costumi portano la firma di Maria Paola Viano, le luci quella di Giuseppe Saccaro. I video sono realizzati da Nicolò Cuccì.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie