Palermo Oggi

Palermo, è deceduto l'operaio caduto dentro un autocompattatore - Palermo Oggi

Palermo | Cronaca

Palermo, è deceduto l'operaio caduto dentro un autocompattatore

03 Maggio 2023 17:42, di Laura Spanò PA
visite 1111

Aperte due inchieste, indagano i carabinieri

È deceduto l’operaio di 47 anni di origine marocchine finito dentro un autocompattatore. L’uomo stava lavorando quando è finito dentro il mezzo per la raccolta dei rifiuti. I sanitari hanno fatto di tutto per rianimarlo ma purtroppo il suo cuore non ha retto.

Sono in corso i rilievi da parte dei carabinieri.

L'incidente sul lavoro è avvenuto in via Ingham a Brancaccio a Palermo. Secondo una prima ricostruzione l'operaio stava lavorando dentro un autocompattatore quando è finito all'interno. I vigili del fuoco del distaccamento di Brancaccio sono intervenuti immediatamente presso l’officina incaricata della manutenzione degli autocompattatori dell’azienda locale che si occupa della raccolta dei rifiuti in città, sita nella zona industriale, per soccorrere l'operaio rimasto incastrato all’interno del compattatore. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente; personale dei vigilifuoco ha provveduto a liberare l’operaio ed affidarlo alle cure del personale del 118, cha ha effettuato un disperato tentativo di rianimazione.

Sul posto erano presenti i tecnici dell’ASP Palermo – UOC Prevenzione e Sicurezza nei Ambienti e Luoghi di Lavoro – personale dell’arma dei carabinieri nonché il Magistrato di turno che ha disposto il sequestro dell’area.

Le reazioni

Operaio morto a Palermo, Fiadel Cisal: "Decessi sul lavoro vera emergenza". "La vera emergenza del nostro Paese si chiama sicurezza sul lavoro: le morti bianche sono un fenomeno odioso e intollerabile che deve interrogare le istituzioni e in generale il mondo del lavoro. L'operaio della Eurotech morto oggi a Palermo schiacciato da un autocompattatore, durante la manutenzione di un mezzo della Rap, è solo l'ultimo, tragico caso. Esprimiamo le più sentite condoglianze alla famiglia e chiediamo controlli più stringenti". Lo dice Giuseppe Badagliacca di Fiadel Cisal.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie