Palermo Oggi

Covid in Sicilia, contagi in calo: terapie intensive sopra media nazionale - Palermo Oggi

Palermo | Cronaca

Covid in Sicilia, contagi in calo: terapie intensive sopra media nazionale

05 Dicembre 2022 10:54, di Redazione
visite 227

Monitoraggio Gimbe

Nella settimana 25 novembre-1 dicembre si registra in Sicilia un miglioramento dell'incidenza per 100.000 abitanti (217,5) e si evidenzia una diminuzione dei nuovi casi (-2,7%) rispetto alla settimana precedente. I dati emergono dal Monitoraggio Gimbe. Sotto media nazionale i posti letto in area medica (11,9%) mentre sono sopra media nazionale i posti letto in terapia intensiva (3,7%) occupati da pazienti Covid.

La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 13,2% (media Italia 10,6%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita da COVID-19 da meno di 180 giorni, pari al 1%; la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 19,7% (media Italia 11,8%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell'immediato, pari al 1,8%; il tasso di copertura vaccinale con quarta dose è del 12,6% (media Italia 26,9%). La popolazione 5-11 che ha completato il ciclo vaccinale è pari 27,1% (media Italia 35,3%) a cui aggiungere un ulteriore 3% (media Italia 3,3%) solo con prima dose.

Ecco l'elenco dei nuovi casi per 100.000 abitanti dell'ultima settimana suddivisi per provincia: Enna 237 (-7% rispetto alla settimana precedente), Trapani 232 (+0,8% rispetto alla settimana precedente), Catania 226 (-10,5% rispetto alla settimana precedente), Ragusa 224 (+16,3% rispetto alla settimana precedente), Palermo 224 (-1,3% rispetto alla settimana precedente), Messina 220 (+1,2% rispetto alla settimana precedente), Caltanissetta 194 (+7,2% rispetto alla settimana precedente), Siracusa 193 (-18,7% rispetto alla settimana precedente), Agrigento 167 (+11,5% rispetto alla settimana precedente).

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie